Comscore lancia in Italia la nuova metodologia di misurazione PXM

News

comscore PXM

Comscore lancia in Italia la nuova metodologia di misurazione PXM

Privacy Preserving Cross Media Measurement

22-10-2021

 

comscore

 

Comscore aggiorna la metodologia di rilevazione dell’audience in Italia aperta agli OTT

 

La metodologia innovativa risponde ai cambiamenti dello scenario della privacy, in particolare al passaggio da identificativi di terza parte cross-dominio a identificativi di prima parte. 

“Tre tendenze principali stanno rimodellando la struttura della misurazione dei media a livello internazionale”, spiega Fabrizio Angelini CEO Sensemakers e rappresentante esclusivo di Comscore in Italia, “l’aumento di protezione della privacy, l’erogazione delle campagne adv a audience sempre più profilate e la crescente domanda da parte degli inserzionisti di report completi e tempestivi per le loro campagne cross-media”.  L’evoluzione della metodologia aiuterà a guidare i clienti di Comscore nel futuro della pubblicità e consentirà di sviluppare un set di dati digitali pronto per l’integrazione in un servizio di misurazione cross-media.

Il nuovo sistema di misurazione sarà coerente con la metodologia WFA XMM, ma avrà implementazioni aggiuntive che favoriranno un'adozione diffusa da parte di tutti i media player sul mercato. 

“Mettiamo a disposizione una piattaforma che rispetta in pieno la normativa sulla privacy e supera il problema dell’imminente blocco dei cookie di terza parte, orientata alla massima rappresentatività del mercato”, spiega Angelini. "La metodologia PXM prevede infatti diverse modalità per misurare tutti gli attori con la raccolta ed elaborazione dei dati via tag, server-to-server, o in-house facilitando da una parte il coinvolgimento nella misurazione anche di OTT e walled garden e dall’altro garantendo coerenza e confrontabilità dei dati riportati."

La soluzione di misurazione di Comscore si presta inoltre a poter integrare altri mezzi come la televisione sfruttando anche la vasta esperienza accumulata con collaborazioni come quella attualmente in corso nel progetto pilota con ANA (l’associazione degli investitori pubblicitari degli Stati Uniti). 

“Il livello di granularità della nuova rilevazione sarà elevatissimo e abiliterà l’integrazione con dati televisivi censuari”, afferma Angelini. “In Italia beneficeremo della nostra collaborazione di lunga data con Auditel nella misurazione video, attenendoci agli indirizzi di AGCOM e alle linee guida di UPA nel fornire la nostra collaborare per la costruzione di una vera e piena misurazione cross-media”.

 

In sintesi, gli elementi differenzianti della nuova metodologia:

  • metodologia privacy-preserving;
  • approccio globale condiviso;
  • reportistica giornaliera;
  • supporto e coinvolgimento per tutti gli editori;
  • espansione per misurazioni cross-media;
  • misurazione di contenuti adv.

 

 

Articoli correlati